mercoledì 10 luglio 2013

Estate: turisti a Milano, cose da fare o vedere in città

Settanta fotografie e contenuti speciali provenienti dagli archivi della Universal Pictures costituiscono l'armatura della mostra ALFRED HITCHCOCK NEI FILM DELLA UNIVERSAL PISCTURES.
I backstage ma anche i cammei del regista fino alle colonne sonore.
Lungo il percorso della mostra il critico cinematografico Gianni Canova accompagna con approfondimenti e commenti il visitatore ma noi, amici de l'Orablù, andiamo oltre.
Cannibal Kid (celeberrimo blogger cinematografico e prezioso collaboratore del nostro blog) ha creato una presentazione ad hoc, in esclusiva per noi...


LA MOSTRA SUL MOSTRO
Stufi delle case stregate al luna park?
Gettarvi con il bungee jumping ormai vi fa sbadigliare?
Sono anni che non riuscite a trovare un film horror che ve la faccia fare nelle mutande?
Se volete provare dei veri brividi di paura, l’occasione ve la offre la mostra “Alfred Hitchcock” inaugurata a Milano a Palazzo Reale lo scorso 21 giugno e che proseguirà per tutta l’estate, fino al 22 settembre. Un’occasione speciale per scoprire e riscoprire alcune chicche sulla lavorazione dei grandi capolavori del maestro della suspance. Tra i numerosi film presenti all’interno della sua sterminata filmografia, ce ne sono 3 in particolare che proprio non bisogna perdersi, almeno se si vogliono avere seri traumi esistenziali.
Uno è Psyco, che nemmeno impegnandosi tanto si può riuscire ad evitare. Eterno classico del genere thriller e del cinema tutto, è una di quelle pellicole entrate talmente tanto nell’immaginario collettivo che nessuno dopo averlo visto può farsi una doccia in santa pace. Dannato Hitchcock!
Stesso discorso per Gli uccelli. Ah, gli amici pennuti, che creature simpatiche! Sì, aspettate a dirlo. Guardatevi il film di Hitch e poi comincerete ad andare in giro tenendovi le mani tra i capelli, timorosi per un attacco dall’alto dei cieli.
Il terzo imperdibile del regista britannico è La donna che visse due volte (Vertigo). Credete che questo film non provochi effetti collaterali? Siete proprio degli ingenui. Io una volta non soffrivo di vertigini ma, dopo aver visto questo capolavoro cinematografico assoluto, non riesco più a guardare giù dal terrazzo di casa mia. E abito al piano terra.
Il segreto del cinema di Hitchcock è proprio questo: metterci di fronte alle nostre paure. Persino di fronte a cose che non ci spaventavano e poi, grazie a lui, grazie tante, hanno cominciato a terrorizzarci. Guardate quindi i suoi splendidi film e andate alla mostra in corso a Milano. Fatelo pure. Ma solo a vostro rischio e pericolo.

Cannibal Kid

2 commenti:

Marco Goi ha detto...

celeberrimo blogger cinematografico...
ma dove?

ahahah
:)

Irriverent Escapade ha detto...

Beh, questo è "omaggio della ditta, dietro un (moooooolto) lauto compenso potremmo anche scrivere che ascolti musica decente .....:-P
uah ah ah ah